2019-01-26 Monte San Franco

2019-01-26 Monte San Franco

Localita' di partenza – Ponte della Lama, Passo delle Capannelle (AQ)

Distanza percorsa – 7,65 Km

Salita accumulata – 880 metri

Durata dell’escursione – 5 ore 10 minuti

Mappa dell'escursione

Profilo altimetrico dell'escursione

Vista 3D dell'escursione

Le condizioni meteo di questo periodo continuano ad essere molto ballerine ma, fortunatamente per questo Sabato le previsioni erano buone. Come non approfittare?

Consueto giro di messaggi e si decide per un’escursione relativamente tranquilla (almeno in condizioni estive …) al Monte San Franco dal Ponte della Lama (Passo delle Capannelle) insieme a Daniele, Francesco e Vincenzo.

Ci si vede tutti a L’Aquila e, dopo un caffè ristoratore, si parte alla volta del Passo. Arriviamo poco dopo le otto e, dopo la solita preparazione ci incamminiamo lungo la stradina che sale fino a Fonte della Zecca (o, degli Alpini).

La neve è alta e soffice e, nostro malgrado, siamo costretti ad indossare le ciaspole.

Intanto, nei pressi della fonte qualche timido raggio di sole prova a scaldarci ma senza troppo successo. Fa niente perché l’avanzata nella neve alta ci scalda pure troppo.

Lasciamo ad un certo punto la stradina e iniziamo a salire in direzione Est, lungo la cresta, sul tratto più ripido ma soprattutto con più neve.

L’avanzata è faticosa e le ciaspole, su salita ripida non sono il massimo della stailità ma aiutano a non affondare nell'imponente coltre nevosa.

Ci fermiamo spesso, un po’ per riprendere fiato ma soprattutto per godere dello spettacolo del gelo sulle foglie degli alberi.

Anche il vicino elettrodotto non è immune dagli effetti del gelo trasformando gli isolatori in moderne sculture di ghiaccio.

Superati i 1500 metri la pendenza diminuisce leggermente ma soprattutto c’è molta meno neve e, la progressione diventa più agevole.

Davanti a noi si snoda la bella cresta del San Franco che dovremo affrontare per raggiungere la cima.

Si sale ora più spediti mentre in lontananza, guardando verso la cima, si vedono gli effetti del vento che sicuramente ci accoglierà … con amore una volta su.

Saliamo un altro centinaio di metri e decidiamo di togliere le ormai inutili ciaspole proseguendo solo di scarpone.

Intanto il vento aumenta e la temperatura invece diminuisce ma siamo attrezzati: l’abbigliamento protettivo ci fa assomigliare più ad extraterrestri che a persone.

Stringiamo i denti e proseguiamo e raggiungiamo i 1800 metri dove la pendenza diminuisce ulteriormente ma il vento no, anzi. Proviamo a tenerci sul lato più riparato della cresta dove la forza del vento è minore e finalmente arriviamo in vista della vetta, accolti dallo spettacolo della cresta Ovest del Monte Corvo a sinistra della cima.

Non senza difficoltà riusciamo anche a fare qualche foto che documenta l'arrivo su questa bella vetta.

Francesco, Daniele e Vincenzo sulla vetta del San Franco

Io, Daniele e Vincenzo sulla vetta del San Franco

Si fa fatica anche a stare in piedi ma fortunatamente sul lato Sud della montagna il vento è quasi assente e riusciamo anche a mangiare qualcosa ma soprattutto a brindare con la ormai immancabile Genziana da montagna.

Si scende seguendo la via dell’andata, che percorriamo speditamente fino a d arrivare al punto dove in salita ci eravamo tolti le ciaspole e dove ricominciava il tratto con neve fresca e alta, resa ancora più cedevole dal sole dato l’orario.

Rimettere le ciaspole? Nemmeno poer sogno. Ci siamo tuffati nel mare candido di neve saltellando e giocando come ragazzini, affondando spesso fino a meta coscia.

Francesco ha schivato anche una pericolosissima valanga che noi dall’alto abbiamo provato a tirargli.

E alla fine, siamo arrivati alla strada, sani salvi e felici per questa bellissima giornata sulla neve, chiusa in bellezza dalla solita birretta con patatine consumanta sulla via di ritorno a L’Aquila.

Grazie Daniele, Francesco e Vincenzo per la piacevole compagnia.

Ed ora godiamoci qualche foto della giornata.

Guarda le foto in formato album

Autore: Marco DT

Qui trovi le tracce GPS in formato .plt e .gpx .

2019-01-26 Monte San Franco