2017-07-15 Il Sentiero del Centenario

2017-07-15 Il Sentiero del Centenario

Localita' di partenza – Strada per l'albergo di Campo Imperatore, Km 5,800 (1810 m.)

Distanza percorsa – 19,40 Km

Salita accumulata – 1600 metri

Durata dell’escursione – 8 ore 55 minuti

Mappa dell'escursione

Profilo altimetrico dell'escursione

Vista 3D dell'escursione

Foto e descrizione dell’escursione

Era il 7 Agosto del 2007 quando ho affrontato per la prima volta questo impegnativo percorso. Mi ricordo che ero talmente eccitato e intimorito che la notte prima dell'escursione dormii pochissimo. A distanza di dieci anni, ho affrontato il decimo Centenario ma le sensazioni sono sempre le stesse della prima volta.

Come sempre rimando la descrizione tecnica di dettaglio alla pagina dedicata al Centenario alla relazione con tutti i dati tecnici scaricabile ai seguenti link.

Sentiero del Centenario – parte 1

Sentiero del Centenario – parte 2

Per questa occasione ho approfitato della richiesta di Danilo, appassionato di montagna e profondo conoscitore dei percorsi del Monte Velino, di accompagnarlo su questo percorso. Conoscendo le sue caratteristiche non ho esitato nemmeno un minuto e ci siamo organizzati per affrontarlo insieme.

Ci siamo: visto che il meteo, dispettoso, annunciava i soliti piovaschi pomeridiani decidiamo di anticipare la partenza, e quindi, eccoci al parcheggio di Fonte della Vetica alle cinque del mattino per lasciare una macchina, prima di recarci con l'altra alla partenza. Ultimi preparativi e poco prima delle sei ci mettiamo in marcia.

La temperatura è fresca e gradevole e fortunatamente si manterrà così per tutta la giornata, risparmiandoci le sofferenze di un'eccessiva calura che su questo percorso significa raddoppiare la fatica. Raggiunto il vado di Corno si apre davanti a noi uno spettacolo inaspettato: tutto il versante adriatico è coperto da un candido manto di nubi e l'effetto che ne viene fuori è spettacolare.

Sembra di essere sulle rive di un oceano bianco. Veramente spettacolare.

Con Danilo l'affiatamento è ottimo e riusciamo a tenere un'andatura sostenuta. Poco meno di due ore siamo al Brancastello e, dopo una piccola sosta ripartiamo per arrivare all'inizio del tratto tecnico, alla ferrata delle Torri di Casanova. Danilo si dimostra abile arrampicatore e la scalata, con la relativa discesa della Prima Torre, è affrontata rapidamente.

Inizia così il lungo tratto in saliscendi che ci porterà in un paio d'ore fino al Monte Infornace prima e, dopo un'altra mezz'ora sul Prena, secondo traguardo importante della giornata. Sul Prena è d'obbligo un'altra sosta contemplativa prima del tratto finale.

Si riparte e, superato il primo brutto tratto di discesa sul sentiero Normale possiamo rilassarci nel percorso successivo fino al Vado di Ferruccio. Purtroppo è calata la nebbia e, anche se non fitta, ci preclude parte del bellissimo panorama che si osserverebbe quì. Di fronte a noi il Camicia ogni tanto si fa vedere con la sua gigantesca mole.

Dal vado di Ferruccio inizia la parte finale della salita. Le difficoltà sono quasi finite. rimane solo il malefico canalino sul tratto finale della salita: bello, divertente ma con la roccia talmente friabile che ogni passo va misurato e affrontato con estrema attenzione. Sassi che sembrano stabili si staccano solo a guardarli.

Alla fine superiamo anche questa difficoltà e ci avviamo diretti alla cima del Monte Camicia che raggiungiamo dopo poco più di sette ore di marcia. Fortunatamente, a parte il vento più forte in cima, tiene e quindi avendo superato tutte le difficoltà ci rilassiamo in cima per una buona mezz'ora, concedendoci anche un meritato brindisi a base di liquore di Genziana, rigorosamente fatto in casa prima di affrontare la lunga ma facile discesa per il Vallone di Vradda e raggiungere Fonte Vetica.

Tutto è andato per il meglio e, dopo aver recuperato l'auto lasciata alla partenza una meritata sosta a Fonte Cerreto per una fresca birra conclude degnamente la giornata.

Complimenti a Danilo per il suo primo e, speriamo non ultimo, sentiero del Centenario.

Ed ora godiamoci qualche foto della giornata.

Guarda le foto in formato album

Autore: Marco DT

Qui trovi le tracce GPS in formato .plt e .gpx .

2017-07-15 Il Sentiero del Centenario