2017-02-25 Tentativo di salita a Rocca Altiera ...

... ci abbiamo provato!

2017-02-25-Rocca-Altiera-

Localita' di partenza – Via Canneto, Settefrati - quota 1140 (FR)

Distanza percorsa – 7,90 Km

Salita accumulata – 700 metri

Durata dell’escursione – 3 ore 40 minuti

Mappa dell'escursione

Profilo altimetrico dell'escursione

Vista 3D dell'escursione

Foto e descrizione dell’escursione

Organizzata da Daniele, questa escursione, doveva portarci sulle cime di Rocca Altiera e di Monte Bellaveduta passando per la cresta Sud, da Settefrati (FR).

Fino alla sera prima, le previsioni meteo annunciavano il passaggio di una perturbazione nella notte con schiarite nella mattinata quindi decidiamo di provarci. Partiamo come sempre presto da Roma e, alle otto, siamo al punto di partenza sulla strada che da Settefrati porta alla Madonna del Canneto.

Iniziamo la salita seguendo la cresta sulle tracce di un vecchio sentiero e comunque senza problemi. Il cielo si mantiene grigio e minaccioso ma fortunatamente senza precipitazioni. Anche la temperatura è gradevole.

Continuiamo a seguire la cresta fino a quota 1380 quando intercettiamo la strada sterrata che abbiamo incontrato, in auto, poco prima di parcheggiare. Volendo si sarebbe potuti salire seguendo questa comoda sterrata, allungando così di un paio di chilometri tutta l'escursione. La via sterrata sale comoda e senza problemi, anzi mentre la guardo la immagiono come sarebbe a provarla in bici.

Raggiunto il successivo tornante, a 1464 metri, lasciamo la strada per seguire il sentiero che taglia nel bosco. Intanto iniziamo a trovare le prime tracce di neve.

Superiamo velocemente il tratto nel bosco, e a quota 1550 troviamo di nuovo la strada ormai totalmente innevata. Proseguiamo per la facile salita, alternando tratti di strada a tagli strategici. E purtroppo, inizia a piovere. Indossiamo le mantelline per ripararci ma fortunatamente la pioggia non è molto forte e ci consente comunque di proseguire.

Siamo a quota 1800 metri e la cresta spiana sotto i nostri piedi. La pioggia continua a farci compagnia ma senza impedirci di proseguire.

Purtroppo arriva un rumore che non avremmo voluto sentire: in lontananza cominciano a sentirsi dei tuoni e nella valle davanti a noi delle nuvole più minacciose delle altre ci convincono a desistere prima di trovarci un temporale addosso mentre siamo ancora in cresta. Lasciamo la cresta e iniziamo a scendere velocemente aiutati dalla neve fino a raggiungere fonte Casalorda a circa 1700 metri di quota dove ritroviamo la strada che abbiamo lasciato prima di guadagnare la cresta.

Accompagnati da qualche residuo piovasco scendiamo rapidamente stavolta seguendo la strada fino ai 1370 metri dove, in corrispondenza di un tornante la lasciamo per raggiungere la cresta dell'andata e rapidamente arriviamo in vista dell'auto appena in tempo prima dell'arrivo dell'ennesimo rovescio di pioggia.

Un ringraziamento a Agostino e Daniele per la bella giornata nonostante non sia stato raggiunto l'obiettivo dell'escursione ma tanto, prima o poi riproveremo.

Ed ora godiamoci qualche foto della giornata.

Guarda le foto in formato album

Autore: Marco DT

Qui trovi le tracce GPS in formato .plt e .gpx .

2017-02-25-Rocca-Altiera-