2016-12-17 Velino e Cafornia dalla cresta Sud

2016-12-17 Velino e Cafornia dalla cresta Sud

Localita' di partenza – Peschio Rovicino, Forme (AQ)

Distanza percorsa – 17,64 Km

Salita accumulata – 1580 metri

Durata dell’escursione – 9 ore 23 minuti

Mappa dell'escursione

Profilo altimetrico dell'escursione

Vista 3D dell'escursione

Foto e descrizione dell’escursione

L'inverno vero non arriva e, se non fosse per le poche ore di luce durante il giorno sembrerebbe essere in primavera.

Solito giro di telefonate ma stavolta pochi avventurosi rispondono all'appello: l'immancabile Massimo e Claudio si arrischiano a seguirmi in questa escursione.

L'obiettivo è il Velino ma per non ripercorrere i soliti sentieri che ormai conosco quasi a memoria, decido di provare la salita per il sentiero numero cinque, lungo il versante Sud. Le caratteristiche tecniche sono quelle del parallelo sentiero sei (la direttissima) ma con minori difficoltà tecniche.

Decidiamo di partire da Peschio Rovicino, seguendo la comoda sterrata che passando dal Rifugio dal Monte arriva a Fonte Canale con una pendenza quasi inavvertibile, a scapito di qualche centinaio di metri di cammino in più, evitando la faticosa salita da Massa d'Albe, situata duecento metri più in basso.

In circa un'ora raggiungiamo il bivio per il sentiero sei, appena dopo Colle Pelato dove facciamo una piccola sosta. La giornata è bella e fredda ma soprattutto il vento minacciato dalle previsioni meteo non c'è, almeno per ora.

A questo punto giriamo a sinistra in direzione della Grotta di San Benedetto. Pochi metri e raggiungiamo l'indicazione per il Velino, sul sentiero cinque, che inizia subito con una piccola arrampicata di un paio di metri. Da questo momento la pendenza diventa severa: si passa dai 1500 metri ai 2485 metri della vetta in un paio di km, circa ma la bellezza del paesaggio circostante ci distrae dalla fatica della salita. Qualche facile passaggio su rocce dove tocca usare le mani non ci impensierisce anzi diventa occasione per fare qualche foto spettacolare.

Ogni tanto si fa sentire un po' di vento ma mai fortissimo. Siamo adeguatamente equipaggiati per affrontare le basse temperature promesse dalle previsioni meteo.

Sono passate da poco le dodici e finalmente arriviamo a suonare la campanella posta sulla croce del Velino. La stanchezza svanisce sostituita dalla soddisfazione per la cima raggiunta.

Monte Velino - Foto di cima

Con il sole di mezzogiorno e al riparo dal gelido vento che spazza la vetta ci concediamo ai piaceri del pranzo, con tanto di caffè, offerto da Claudio e anche di un buon liquore alla liquirizia, prima di ripartire alla volta del Monte Cafornia, non lontano dal Velino, passando per la neonominata Cima Avezzano, in ricordo del disastroso terremoto del 1915.

E dopo il Cafornia, iniziamo la lunga discesa dal sentiero sette, che aggira a Est la Costa Cafornia e il ripido sentiero 7A, bello da fare con neve e ramponi.

Arriviamo a Fonte Canale giusto in tempo per salutare il sole che sparisce dietro l'orizzonte e affrontare quindi l'ultimo riposante tratto di sterrata che in poco tempo ci riporta alla macchina con l'ultima luce del crepuscolo.

Un ringraziamento ai miei compagni d'avventura, Massimo e Claudio.

Ed ora, in attesa della prossima escursione, godiamoci qualche foto della giornata.

Guarda le foto in formato album

Autore: Marco DT

Qui trovi le tracce GPS in formato .plt e .gpx .

2016-12-17 Velino e Cafornia dalla cresta Sud