2011-07-23 – Monte Cappucciata

23 Lug 2011 - Monte Cappucciata da Forca di Penne

Località di partenza – Forca di Penne (AQ) – 920 m.

Distanza percorsa – 13,6 Km

Salita accumulata – 1066 metri

Durata dell’escursione – 3 ore 54 minuti

Partecipanti: escursione solitaria

Profilo altimetrico

Racconto e fotografie dell’escursione

E’ l’ultimo giorno della mia permanenza estiva in Abruzzo, a Bussi sul Tirino. La giornata promette pioggia ma decido lo stesso di uscire e di verificare la fattibilità di una salita da Forca di Penne fino al Monte Cappucciata, lungo la cresta Sud. Era tanto tempo che studiavo carte e fotografie per trovare un sentiero che salisse su questa montagna e ormai era ora di provarci.

Questo percorso fa parte di un progetto più grande che prevede la partenza da Bussi Sul Tirino (350 metri) e l’arrivo a Fonte Vetica (1600 metri) percorrendo tutta la cresta che comprende Pietra Corniale, Monte Alto, Monte Picca, Forca di Penne, Monte Scarafano, Monte Cappucciata, Capo di Serre, piana di Fonte Vetica che spero di riuscire a fare per il prossimo anno.

Arrivo a Forca di Penne, frazione di Capestrano, parcheggio l’auto e, al momento di partire uno scroscio di pioggia mi costringe a rientrare in auto. Che faccio? Mentre decido se proseguire o tornare a casa la pioggia diminuisce fino a cessare. Ormai siamo in ballo e decido di tentare.

Prima di partire faccio una foto ai resti della torre medioevale che domina questa antica via di transito.

Aggiornamento di Aprile 2012: durante un sopralluogo per una prossima escursione da fare da queste parti, ho visto che la torre, probabilmente a causa del terremoto di tre anni fa e delle abbondanti nevicate di Febbraio è quasi crollata del tutto. Ecco la foto che mostra lo stato attuale della costruzione

Mi avvicino al punto dove dovrebbe partire il sentiero indicato dalla mia cartina ed effettivamente sulla strada c’è un cartello con indicazioni illeggibili che ha gli inconfondibili segni bianchi e rossi.

Sul prato non riesco a trovare nessuna indicazione, per cui mi affido alla traccia preparata a tavolino e punto verso la cava abbandonata che ho di fronte, aggirandola sulla destra. Arrivando al bosco, incredibile, non solo trovo un segno recente ma anche un sentiero pulito che deve essere stato sistemato di recente.

Arrivati a quota 1200 circa il bosco finisce e il sentiero gira verso Nord seguendo il filo di cresta.

Uno sguardo davanti e vedo la meta della giornata, il Cappucciata.

In direzione Sud, invece, vediamo la cima del Monte Picca (1400 m.). Queste sono le ultime propaggini del Gran Sasso che degradano fino alle Gole di Popoli, dove inizia il massiccio della Maiella, con la cresta di Schiena d’Asino

Salendo, quando ci troviamo sui 1300 metri troviamo un altro piccolo boschetto lungo la cresta.

Alle 8:35 raggiungo la cima del Monte Scarafano, a quota 1432 metri.

Dal Monte Scarafano la cresta discende per una cinquantina di metri fino a raggiungere una ampia sella coperta da un bosco. Il sentiero non è molto evidente ma basta puntare verso Nord, cercando di puntare la salita. Alla fine del tratto boscoso e prima di ricominciare a salire si incrocia una strada sterrata che a sinistra porta a Villa Santa Lucia, mentre a destra scende verso la SS che porta a Forca di Penne.

Attraversiamo la sterrata e puntiamo verso la cresta erbosa davanti a noi. Qui non ho trovato segni evidenti ma l’importante è tenersi sempre sulla cresta.

Salendo si incontra una stradina sterrata. Seguendola si entra dentro ad un altro bosco e qui bisogna stare attenti. La sterrata non segue la cresta ma passa ad Est di questa e ad un certo punto termina nel bosco quando si è a quota 1694 metri. Da qui ho dovuto deviare verso Ovest, cercando la direzione di massima pendenza fino ha ritrovare la cresta e quindi la cima. In realtà, arrivati a quota 1560, bisognava lasciare la sterrata e proseguire lungo la linea di cresta, non troppo visibile a causa del bosco. Anche i segni non sono proprio evidenti.

ed ecco, invece, il percorso di cresta, più panoramico di quello nel bosco

Ed ecco la vetta quando ormai sono a pochi metri di salita ancora da fare.

Sono le 9:45 quando arrivo sulla vetta del Monte Cappucciata, a 1801 metri. Il Tempo non è bellissimo ma fortunatamente non piove.

Verso Nord, possiamo vedere il proseguimento della cresta con Capo di Serre, il Monte Bolza (dietro a sinistra), Siella, Tremoggia e coperta dalle nuvole la catena del Centenario

Verso Sud invece vedo la cresta appena percorsa, il Monte Picca e in lontananza il massiccio della Maiella.

Visto il cielo minaccioso non indugio molto sulla cima e mi avvio rapidamente verso la discesa. Il percorso agevole mi permette di arrivare alla macchia che sono solo le 11:30.

Escursione breve ma comunque bella e soprattutto mi ha permesso di preparare un tratto della traversata che intendo fare di questa bella cresta.

Autore: Marco DT

Qui trovi le tracce GPS in formato .plt e .gpx

11-07-23 Monte Cappucciata (MdT)